Mela

Tra la frutta invernale la più gustosa è sicuramente la mela che, grazie alle sue infinite varietà, riesce a soddisfare tutti i gusti. Ma la mela, oltre ad essere buona per il palato possiede delle caratteristiche che aiutano il benessere quotidiano

È un frutto che possiede pochissime calorie (40 kcal per 100 g) e pochissimi zuccheri, non contiene né grassi né proteine ma una grande quantità di vitamine e sali minerali. Le vitamine del gruppo B in particolare, aiutano a combattere la stanchezza, l’inappetenza e rinforzano i capelli e le unghie.

Gli acidi malico e citrico facilitano la digestione quindi è bene mangiare una mela a fine pasto nonostante si dica che la frutta vada mangiata lontano dai pasti, in questo caso bisogna fare il contrario perché oltre, alle proprietà digestive, la mela contiene acido ossalico che sbianca i denti.

Per i diabetici la mela è ottima in quanto contiene fruttosio, uno zucchero assorbito senza l’azione dell’insulina. Contiene anche una grande quantità di fibre tra cui la pectina che aiuta a mantenere sotto controllo la glicemia. Questo frutto è ricco di vitamina C che, come tutti sappiamo, nel periodo invernale è sempre molto utile per contrastare influenze e raffreddori aiutando anche il benessere delle vie respiratorie, un’ottima alternativa alla spremuta di arance.

Ma i benefici della mela non terminano certo qui, essa aiuta a combattere il colesterolo e i radicali liberi: questi ultimi sono la causa dell’invecchiamento cellulare che tutti noi tentiamo di arrestare spesso ricorrendo a metodi non proprio naturali, quando basterebbe una dieta ricca di mele.

Grazie alla presenza del glutatione perossidasi, inoltre, la mela stimola la funzionalità delle sue stesse sostanze antiossidanti, creando una particolare sinergia benefica tra le varie componenti del frutto.

Secondo Luca Grappadelli, docente di Fisiologia degli alberi all’Università di Bologna, fra poco potremo trovare sulle confezioni di mele la spiegazione di questa particolare proprietà benefica contro il colesterolo.

Naturalmente, per abbassare il colesterolo in modo naturale tramite le mele, sarà necessario sfruttare i benefici di questo alimento mangiandolo intero: secondo la ricerca terminata recentemente infatti, i risultati benefici non possono essere garantiti allo stesso modo dai succhi di mela o dai prodotti antiossidanti a base di mela assunti sotto forma di pillole.